12003

O anche 21714 se avessi scritto il post stasera.
Due numeri che marcano l’inizio e la fine delle mie giornate lavorative, due numeri che mi danno il tempo di riflettere sulle cose, riposarmi, twittare, leggere, guardare serie TV o qualunque altra cosa mi vada. Due numeri che rappresentano il tempo per me, quello che ho ricavato essendo pendolare e scegliendo il treno come mezzo di trasporto. Il treno mi allontana dalla famiglia, ma mi avvicina a me stesso. E ne ho davvero bisogno a volte. Sono anche fortunato perché solitamente sono puntuali (oggi ovviamente non è il caso) e trovo sempre posto, incontro persone per una chiacchierata improvvisa, mi riempio gli occhi del mare e le colline della mia regione, che in questo periodo primaverile sono un richiamo alla vita. E quando arrivo al lavoro non parto stanco, ma carico. E questa carica la condivido qui, con chi ne ha voglia e con chi ne ha bisogno. Fino al prossimo viaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...